«

»

Lug 05

Stampa Articolo

Integrazione servizi P@ss-PST

Punto di svolta verso la digitalizzazione dei servizi P@ss, che verranno via via integrati con il Portale dei Servizi Telematici (PST) della giustizia.

É in test alle software houses e verrà rilasciato presto con piena operatività il primo servizio: la richiesta da parte di un avvocato del certificato di Iscrizione nel Registro Notizie di Reato [1] dei propri assistiti (parte offesa o indagato) ex art. 335 c.p.p. ed il download attraverso il PST del certificato emesso digitalmente, secondo lo schema di cui all'immagine sottostante.

L'avvocato:

  1. si autentica tramite il PST o tramite il Punto Di Accesso (PDA);
  2. inoltra una richiesta di emissione del certificato (1);
  3. può monitorarne lo stato di avanzamento dell’elaborazione (2).
  4. Nel momento in cui, l’operatore della piattaforma P@SS, provvederà a chiudere la richiesta con esito positivo, quindi emettendo il certificato richiesto, il sistema invierà all’indirizzo di posta elettronica certificata del ReGIndE  (3) un link, una URL del portale PST
  5. da cui sarà possibile scaricare il certificato richiesto.(4)

Non sarà, quindi, più necessario provvedere al ritiro del certificato presso lo sportello dell'ufficio locale del casellario scelto, basterà un semplice download!

L'Integrazioe PST P@ss rappresenta una innovazione strategica verso la dematerializzazione dei documenti, compiendo un ulteriore passo verso la digitalizzazione della giustizia. Attualmente è, infatti, possibile solo prenotare online i certificati del casellario giudiziale, dei carichi pendenti e le visure del casellario giudiziale. Prenotazione online alla quale deve (doveva) seguire il ritiro fisico allo sportello. (maggiori informazioni link) 

Il progetto P@SS (Punti di Accesso ai Servizi per il cittadino – link) ha avuto inizio circa una decina di anni fa, frutto della collaborazione del Ministero di Giustizia e del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Tecnologica, con lo scopo di rendere disponibili sul territorio il maggior numero possibile di Sportelli per il rilascio dei certificati giudiziari. Buoni risultati sono stati particolarmente ottenuti in Campania, Molise, Lombardia (Milano), Puglia e Sardegna.

Rivolgendosi agli sportelli (o punti informatici) dislocati sul territorio il cittadino può richiedere il certificato di proprio interesse, e ritirarlo presso lo stesso sportello senza necessariamente doversi recare presso l'ufficio di competenza territoriale. I certificati erogabili da P@ss sono:

  • Carichi Pendenti
  • Carichi Pendenti Minori
  • Casellario Giudiziale

     

     

     

     

    • Certificato civile
    • Certificato penale
    • Certificato Generale
  • Certificazione dell'iscrizione del nominativo nel Registro delle Notizie di Reato (art. 335 c.p.p.)
  • Chiusura Inchiesta
  • Negativo Fallimentare
  • Assenza di Porcedure Esecutive
  • Assenza di Privilegi sul Bene Pignorato
  • Godimento Diritti Civili
  • Avvenuto pagamento delle spese di giustizia
  • Decreto di riabilitazione civile dal Fallimento

 

 

[1] Il certificato ex art. 335 c.p.p., rilasciato in carta libera, viene emesso su richiesta delle persone interessate ed attesta le iscrizioni, nei registri in dotazione all’Ufficio di Procura, dei fascicoli ancora in fase di indagini preliminari.  [torna su]

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fiif.it/integrazione-servizi-pss-pst/