Procedura negoziata ai sensi dell’art. 125 del D. Lgs 163/2006 per l’affidamento in cottimo fiduciario di un contratto di appalto per affidamento dei servizi di sviluppo e avvio in esercizio del “Sito Istituzionale del CNF e delle sue Fondazioni”

In data 13 marzo 2015

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

 

vista la delibera del Consiglio direttivo del 14 giugno 2014 con la quale è stata disposta la gara in oggetto, determina lo svolgimento della procedura negoziata ai sensi dell’art. 125 del D. Lgs 163/2006 per l’affidamento in economia di un contratto per “l’Affidamento dei Servizi di sviluppo Hosting e Connettività del Sito Istituzionale del CNF e delle sue Fondazioni”.

Ha invitato a partecipare alla gara selettiva le società che avevano risposto all'avviso pubblico del 30 giugno 2014, ferma restando la dimostrazione del possesso dei requisiti di ammissibilità.

Le offerte dovranno pervenire, a pena di esclusione, in busta/plico sigillato entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 08 maggio 2015.

L’appalto di cui alla presente è relativo all’affidamento dei “Servizi di sviluppo e avvio in esercizio del “Sito Istituzionale del CNF e delle sue Fondazioni”. Costituiscono oggetto della fornitura i seguenti servizi:

a)Servizi di sviluppo: Progettazione grafica e strutturale, sviluppo, installazione e collaudo del Nuovo “Sito istituzionale del CNF” (nel seguito anche “Nuovo Sito”);

b)Servizi di formazione da erogare al personale indicato della Stazione appaltante, e a soggetti terzi incaricati della Stazione appaltante di effettuare la gestione operativa, sull’utilizzo del Nuovo “Sito istituzionale del CNF”;

c)Servizi di ripresa dati iniziale e allineamento continuo del Nuovo Sito con i dati e i documenti caricati nell’attuale sito dalla data di avvio in esercizio sperimentale;

d)Servizio di manutenzione correttiva;

e)Servizi di hosting e connettività, comprensivo del supporto tecnico di I e II livello;

f)Servizio di manutenzione evolutiva;

g)Servizi di Hosting e supporto di I e II livello dei siti delle Fondazioni (a richiesta della Stazione appaltante.).

L’importo complessivo per tutti i servizi oggetto del contratto di servizi oggetto della presente procedura selettiva, posto a base d’asta è pari ad euro 150.000 al netto dell’IVA.

Sono ammessi a partecipare alla presente procedura le ditte in possesso dei requisiti di legge di cui all’art. 34 del D. Lgs. 163/2006, che non si trovino in una delle situazione elencate all’art. 38 del D.Lgs. 163/2006. Si richiede, inoltre, il possesso dei seguenti requisiti minimi per la partecipazione alla procedura:

capacità economico-finanziaria: fatturato specifico per la realizzazione, negli ultimi 3 esercizi chiusi con bilancio approvato, non inferiore all’importo a base d’asta (centocinquantamila/00 – 150.000 – euro) per la realizzazione di sistemi web e/o piattaforme integrate con integrazione di basi di dati di caratteristiche diverse, con servizi e funzionalità web, social, soprattutto, collaboration multi-piattaforma;

capacità tecnica: aver realizzato negli ultimi tre anni (2012-2013-2014) almeno n. 1 (uno) sistema web e/o piattaforma informatica.

Si segnala che sono ammesse a partecipare alla procedura le sole ditte esplicitamente invitate con la lettera d’invito. La lettera di invito è stata inviata via posta elettronica certificata contemporaneamente a tutti i soggetti invitati.

Il contratto oggetto della presente procedura ha una durata di 30 mesi a decorrere dalla data di stipula.

L’aggiudicazione provvisoria è immediatamente impegnativa per l’offerente che resta vincolato alla propria offerta anche oltre il termine dei 180 giorni fino a che Stazione appaltante non avrà completato la procedura dei controlli, compresi quelli antimafia, sull’aggiudicatario. La Stazione appaltante provvederà a richiedere all’aggiudicatario i documenti e le certificazioni a comprova del possesso dei requisiti di capacità economica-finanziaria e tecnico-organizzativa dichiarati e non ancora documentati, che dovranno essere trasmessi entro 15 giorni dalla richiesta. Verificata la regolarità dei documenti presentati, il Consiglio Direttivo procederà alla delibera di aggiudicazione definitiva ex art. 79 comma 5 d.lgs. n.163/06, con l’invito alla stipula del contratto. L’aggiudicazione potrà avvenire anche in presenza di una sola offerta valida.

Si precisa che la Stazione appaltante, ai sensi dell’art. 81 comma 3 del D. Lgs 163/2006, potrà disporre di non procedere all’aggiudicazione, qualora nessuna delle offerte pervenute risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto della presente fornitura, senza che nulla sia dovuto ai concorrenti invitati e senza che essi possano sollevare in merito alcuna eccezione o riserva o pretesa di sorta.

Ai sensi del D. Lgs 163/2006 e della L. 241/1990 e s.m.i. il Responsabile del procedimento (RUP) è l’Avv. Lucio del Paggio Coordinatore della F.I.I.F..

QUESITI E RISPOSTE DI INTERESSE GENERALE

Quesito 1 a) Versione esatta di CMS Ariadne attualmente utilizzata.
b) RDBMS sul quale si appoggia ACM Ariadne, compresa versione.
–  Riferimento

Bando

Risposta 1 a) La versione di CMS attualmente utilizzata è WCM 4.5 di Ariadne.
b) Il RDBMS sul quale si appoggia ACM Ariadne è postgreSQL e la versione è 8.3

Quesito 2

a) La versione in uso di ACM Ariadne espone nel backend una qualche funzionalità di esportazione/backup dati (es: in csv, altro)?

b) Vi è  possibilità di mettere a disposizione un dump dello schema del DB. In pratica è la struttura del DB (tabelle, relazioni, indici, etc.) ovviamente SENZA i dati in essi contenuti

–  Riferimento Bando
Risposta 2

Parziale, ovvero solo alcuni tipologie di contenuti e con un set di campi limitato.

La FIIF non si impegna a mettere a disposizione in questa fase il DUMP dello schema del DB.

L’eventuale richiesta potrà essere formulata dall’aggiudicatario.


 Quesito 3

Con riferimento alle citate Norme Min. Giustizia per realizzazione siti web si chiede gentilmente se:

I. trattasi delle norme classiche relative alla realizzazione dei siti web per la pubblica amministrazione

II. ci si riferisce a norme specifiche del Ministero della Giustizia. In questo caso si chiede gentilmente di poterle ricevere o i riferimenti per recuperarle sul web.

–  Riferimento Capitolato tecnico, pag. 5
Risposta 3 Si conferma che si fa riferimento alle norme per la realizzazione dei siti web per la pubblica amministrazione.

 Quesito 4  

 

 

 

 

 

Con riferimento ai 2 siti delle Fondazioni si chiede:

I. è corretto supporre che l’hosting è, in prima battuta, relativo ai due siti come oggi realizzati e visionabili via web?

II. in caso di rifacimento dei siti secondo il templating del Nuovo Sito CNF è corretto supporre che al Fornitore viene chiesto solo il supporto tecnico ai programmatori della Stazione Appaltante (o di altra Azienda incaricata) ed è in carico a questi lo sviluppo software dei nuovi siti delle Fondazioni?

III. se è corretto supporre che l’eventuale coinvolgimento del Fornitore nello sviluppo dei nuovi siti delle Fondazioni, in accordo con il templating del Nuovo sito CNF, sarà rendicontato a consumo?

– Riferimento Capitolato tecnico, pag. 5
Risposta 4

Su richiesta del Committente l’aggiudicatario dovrà garantire, ai canoni indicati nell’offerta economica:

erogazione aggiuntiva dei Servizi di hosting;
connettività e supporto tecnico di I e II livello in relazione ai due siti delle Fondazioni sia come oggi realizzati e visionabili via web, sia in relazione a evoluzioni o nuove versioni dei suddetti due siti che potranno essere realizzati nel corso della vigenza contrattuale.

In caso di rifacimento dei siti secondo il templating del Nuovo Sito CNF, al Fornitore viene chiesto di fornire assistenza ai programmatori della Stazione Appaltante (o di altra Azienda incaricata) incaricati dello sviluppo e/o delle personalizzazioni dei nuovi siti delle Fondazioni, senza oneri aggiuntivi rispetti ai canoni indicati nella offerta economica.


Quesito 5

Con riferimento alla applicazione “Interrogazione Ricorsi in Cassazione” si chiede:

I. conferma che si tratta solo di un link da riportare nel nuovo sito

II. in caso di risposta negativa al punto I precedente si chiede:

a) un elenco di requisiti o specifiche per dimensionare correttamente l’effort di rifacimento della applicazione

b) le credenziali/certificato di accesso per accedere all’attuale sistema o comunque un modo per visionare l’attuale applicativo

–  Riferimento

 Capitolato tecnico, pag. 7

Risposta 5 Per l’applicazione “Interrogazione Ricorsi in Cassazione” il fornitore dovrà integrare il link nel nuovo sito.

Quesito 6

Con riferimento agli elenchi non numerati di cui alle pagine 9 e 10 del CT trattasi di funzioni generali e non di requisiti puntuali; è quindi impossibile utilizzarli per un dimensionamento dell’effort necessario a realizzare il Nuovo Sito CNF.

Fermo restando che si documenterà nella offerta tecnica [omissis] la possibilità di implementare tutte, o in parte, le funzioni generali richieste si chiede se è corretto, al solo fine del dimensionamento dell’effort e del risultato atteso, supporre che il nuovo sito CNF avrà complessità (in termini di information architecture, numero di documenti ed articoli, categorizzazioni, tipi articoli, utenti di redazione, workflow approvativi, sondaggi, ecc.) paragonabile alla attuale e con un visual design rinnovato e responsive.

Viceversa si chiede su quali elementi (requisiti puntuali) basare la stima di effort al fine della determinazione del prezzo offerto.

–  Riferimento

Capitolato tecnico, pag. 9

Risposta 6

Il concorrente dovrà indicare nella propria proposta tecnica l’architettura dei servizi che intende realizzare, considerando le categorie di servizi indicate nel capitolato tecnico.

Per quanto riguarda l’accessibilità e l’usabilità, il Concorrente deve formulare la propria proposta conforme alle normative di riferimento, come riportato nel capitolato tecnico, ribadendo che l’elenco dei requisiti indicati deve intendersi a scopo esemplificativo e non esaustivo.


Quesito 7

Vista la difficoltà di adattare la stima in FP al mondo del web e la ampia diversità di vedute e valutazioni sul tema presenti in letteratura si chiede qual è il riferimento di CNF per il calcolo dei FP. In alternativa si chiede conferma che il riferimento proposto dal Fornitore in sede di gara sarà quello adottato anche per lo sviluppo e la rendicontazione di progetto.

–  Riferimento Capitolato tecnico, pag. 1
Risposta 7 Per il calcolo dei FP o Punti Funzione, il CNF farà riferimento alla versione in vigore dell’IFPUG (Internation Function Point User Group) alla data della lettera di invito.

Quesito 8

Con riferimento al servizio di helpdesk e al Service level Agreement richiesto (CT. Pg. 30, indicatore A1, max 4 ore medie) si chiede:

I. conferma che le modalità di accoglienza sono solo via email (ticket) . Viceversa si chiede di elencare i canali attraverso cui si devono raccogliere le richieste e le caratteristiche di servizio di tali canali.

II. Una indicazione del numero di richieste medie mensili e il picco orario

III. I valori di cui al punto precedente differenziati per utenti interni ed esterni (fruitori del sito)

IV. Conferma che l’Helpdesk riguarda solo aspetti tecnici di fruizione del sito e non spiegazione relative ai contenuti o alla loro organizzazione. Viceversa si chiede di illustrare come ci si potrebbe organizzare per far in modo che l’helpdesk del fornitore possa fornire delucidazioni anche su contenuti tecnici inseriti dalla redazione CNF.

–  Riferimento

Capitolato tecnico, pag. 14

Risposta 8

I. Le modalità di help desk sono a discrezione del Concorrente; l’eventuale pluralità di canali e disponibilità sono soggette a valutazione;

II. Non sono disponibili, perché non significativi circa il numero di richieste medie mensili, il picco orario e la tipologia di utenti (fruitori del sito);

III. vedi punto II;

IV. si conferma.


Quesito 9

Con riferimento ai criteri di valutazione punto D1 si chiede di chiarire i criteri di attribuzione del punteggio in base al numero di proposte grafiche

–  Riferimento

Disciplinare di gara, pag. 12

Risposta 9

Il criterio di attribuzione del punteggio relativo al punto D1 fa riferimento al numero di modelli di grafica (mockup) relativi al contesto del Nuovo Sito del CNF che potranno essere proposte dal Concorrente in sede di offerta tecnica; il criterio di attribuzione del punteggio è quanto indicato nel disciplinare:

N. di proposte pari a 3 = 1,5 punti;

N. di proposte maggiori di 3 = 2,0 punti.


Quesito 10

Con riferimento ai criteri di valutazione punto D2 si chiede di spiegare a cosa ci si riferisce con “LdS”

–  Riferimento

Disciplinare di gara, pag. 12

Risposta  Per “LdS” si intende “Livelli di Servizio”.

–  .

In data 17 luglio 2015

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ai sensi dell’art. 9 del Disciplinare comunica che, all’esito delle operazioni di gara, è risultata assegnataria provvisoria la concorrente Ariadne S.r.l., che ha riportato il punteggio complessivo di punti 80,30 su 100.

Comunica altresì che la concorrente Lextel s.p.a., è stata dichiarata esclusa, ai sensi dall’art. 7 del Disciplinare di gara e che la concorrente Agiletec s.r.l. è stata dichiarata esclusa ai sensi dell’art. 6 punto 1 lettere g) ed 1h) del medesimo Disciplinare.

Permanent link to this article: https://www.fiif.it/procedura-negoziata-ai-sensi-dellart-125-del-d-lgs-1632006-per-laffidamento-in-cottimo-fiduciario-di-un-contratto-di-appalto-per-affidamento-dei-servizi-di-sviluppo-e-avvio-in-ese/