Guida all’accesso al Portale dei depositi telematici

Con la guida qui allegata, il Gruppo di lavoro FIIF ha inteso illustrare e rendere più intelligibili le funzionalità messe a disposizione degli avvocati dal Portale Deposito atti Penali (PDP, dall’indirizzo del PST: https://pst.giustizia.it ).

 Il processo penale telematico
Con l’art. 83, comma 12-quater, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni nella legge 24 aprile 2020, n. 27, ed ulteriormente modificato dal decreto legge 20 aprile 2020, n. 28, si è dato avvio al “Processo Penale Telematico”. Più nello specifico, la prima fase, nata in periodo di emergenza sanitaria Covid-19, prevede il deposito con modalità telematica di memorie, documenti, richieste e istanze che possono essere “presentati dall’indagato” destinatario dell’avviso della conclusione delle indagini preliminari ex art. 415 bis comma 3 c.p.p..

La Guida all’accesso al Portale dei depositi telematici è suddivisa in aree tematiche:

  • Prima di cominciare, gli strumenti che deve avere l’avvocato:
    1. Il dispositivo di firma digitale
    2. Il software per la firma digitale
    3. La PEC

  • Il portale dei depositi atti penali PDP
    1. L’accesso al portale
     1.1. Chi può accedere?
     1.2. Come si accede
    2. La scelta dell’Ufficio
    3. La home page

  • La nomina:
    a. Il deposito, l’invio,
    b. l’elenco depositi nomine, le modalità di consultazione e ricerca,
    c. Il sollecito della nomina, l’elenco solleciti

  • La gestione atti successivi:
    1. L’elenco procedimenti autorizzati
    2. la ricerca del procedimento
    3. Il deposito degli “atti successivi”

 

Scarica la guida (pdf 1 MB) attraverso questo link: Guida all’accesso al Portale dei depositi telematici

vai alla news FIIF con la pubblicazione del Manuale predisposto dal Ministero: Portale Deposito atti Penali: il Manuale

Permalink link a questo articolo: https://www.fiif.it/guida-pdp/